Riso alla palermitana

Per quattro persone:

  • 200 g di riso
  • 100 g di caciocavallo ragusano
  • un mazzetto di basilico
  • 1 melanzana
  • 4 pomodori maturi
  • succo di 1 arancia
  • brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

 

Lavate i pomodori e fateli cuocere in acqua bollente fin quando la buccia non si sarà spaccata; a quel punto estraeteli dall’acqua e sbucciateli. Trasferite la polpa così ricavata in una casseruola, aggiungete qualche foglia lavata di basilico, sale e pepe e fate cuocere per 25 minuti a fuoco basso fin quando la salsa non avrà raggiunto una consistenza omogenea.

In un tegame versate un cucchiaio di olio, il succo di arancia e alcune foglie lavate e tritate di basilico. Mescolate, aggiungete il riso e fatelo insaporire e tostare per pochi minuti a fuoco vivace. Versate poco alla volta il brodo vegetale, che avrete precedentemente preparato e conservato tiepido, e fate cuocere al dente.

Intanto lavate e tagliate a rondelle la melanzana. Friggete le fette in una pentola con olio bollente. Una volta pronte, estraetele e mettetele a perdere unto su un piatto foderato con carta assorbente da cucina.

In una pirofila formate degli strati di melanzane fritte, riso, caciocavallo grattuggiato e la salsa di pomodoro con qualche foglia intera di basilico. Una volta terminati gli ingredienti, fate cuocere in forno preriscaldato a 180° C per 15 minuti.

Servite subito.