Zuppa di basilico e mandorle con aragosta alla Malvasia

Per quattro persone:

  • 1 aragosta (o 1 astice) di circa 1 kg
  • 200 g di mandorle
  • 50 g di capperi sotto sale
  • 5 patate
  • 1 pomodoro maturo
  • 200 cl di Malvasia delle Lipari
  • due mazzetti di basilico
  • un mazzetto di menta
  • 1 arancia
  • 1 limone
  • brodo vegetale
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe bianco

 

Innanzi tutto preparate il pesto di agrumi che servirà come base per la zuppa. Sbucciate l’arancia e il limone, lavate le foglie di basilico e di menta e tagliate a dadi il pomodoro dopo averlo mondato e lavato. Mettete questi ingredienti nel vaso del mixer con le mandorle, i capperi dissalati, un cucchiaio di olio extravergine di oliva e mezzo bicchiere di acqua. Frullate. Trasferite il pesto di agrumi in una pentola.

A parte preparate l’aragosta (o l’astice). Dopo averla aperta, ponetela in un’altra pentola con circa 20 cl di brodo vegetale e le patate lavate, sbucciate e tagliate in cubetti. Fate cuocere a fuoco lento per circa un’ora, aggiungendo la Malvasia, qualche foglia di basilico, sale e pepe macinato al momento. Quando il crostaceo sarà quasi cotto, prelevate la polpa e le patate a cubetti e versateli nella pentola con il pesto di agrumi. Aggiungete altri 100 cl di brodo vegetale e lasciate cuocere il tutto per 10 minuti in modo che gli ingredienti si amalgamino perfettamente.

Servite la zuppa tiepida accompagnata con fette di pane tostato.